Home / Questione Meridionale / La “rivoluzione” nel Veneto e nel Nord parte soprattutto dalle donne e non c’è Umberto Bossi che tenga

La “rivoluzione” nel Veneto e nel Nord parte soprattutto dalle donne e non c’è Umberto Bossi che tenga

Un Convegno a  Chioggia Veneto per parlare della battaglia delle donne
DONNE PRONTE A ENTRARE NEI CDA: SANZIONI PER GLI INADEMPIENTI
MA LE DIRIGENTI SCENDONO DA 128 A 115.000

(30.09.2011/11.00) Mancano cento giorni all’entrata in vigore delle nuove norme sulle quote rosa ma l’Italia, e con lei il Veneto, è completamente impreparata a portare le quote femminili dall’attuale 7% al 20%. E le sanzioni per le società e le istituzioni inadempienti sono pesanti.
E’ il quadro che emerge dal convegno “La crisi si tinge di rosa” che si è tenuto a Chioggia: al tavolo Marina Balleello, Presidente del Consiglio Provinciale di Venezia, Elvira Bortolomiol, titolare dell’omonima azienda vinicola, Silvia Conte, Sindaco di Quarto d’Altino, Clara Peranetti, Dirigente Progetti Strategici e Politiche Comunitarie delle Regione Veneto, Tiziana Pradolini, Presidente Ordine Commercialisti ed Esperti Contabili Padova, Lisa Zanardo, titolare di Top Performance Consulting. … (segue nota 1)

1-Mancano cento giorni all

2-quote rosa – lisa zanardo

3-Le donne italiane

4-Le donne italiane

About Redazione

Controlla anche

La pandemia e l’Italia dei ritardi. Per i Presidente delle Regioni il colpevole è il Governo, ma davvero è così? Un avvocato di Palermo chiede più velocità nelle vaccinazioni, ma le autorità sanitarie dove sono, visto la guerra tra poveri?

  L’avv. Antonio Scalone, del foro di Palermo, nostro lettore ed amico, ci ha inviato …