Home / Questione Meridionale / Lo sviluppo possibile: ecco la “ricetta” di Invitalia

Lo sviluppo possibile: ecco la “ricetta” di Invitalia

Gli strumenti di Invitalia per le imprese del Sud

Nelle misure adottate di recente dal Governo e nei dibattiti sempre più accesi sul debito e la crisi economica, ci si preoccupa spesso di come contenere o rendere più efficiente la spesa pubblica; un po’ meno di indicare e mettere in atto misure per lo sviluppo, che rimettano in moto il sistema socio-economico del Paese.
Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, agisce su mandato del Governo proprio per accrescere la competitività del Paese e per sostenere i settori strategici per lo sviluppo, in particolare nel Mezzogiorno. L’Agenzia, i cui obiettivi prioritari sono favorire l’attrazione di investimenti esteri, sostenere l’innovazione e la crescita del sistema produttivo e valorizzare le potenzialità dei territori, svolge dunque un ruolo chiave per ridare impulso alla crescita dell’Italia.
L’Agenzia gestisce la quasi totalità degli strumenti nazionali finalizzati a rendere il tessuto imprenditoriale più solido e competitivo, sostiene i programmi di investimento presentati da imprese nuove o già avviate e si rivolge soprattutto alle iniziative imprenditoriali nei settori innovativi e ad alto potenziale di crescita. Valuta i progetti proposti, eroga le agevolazioni e verifica i risultati raggiunti.
Le misure gestite dall’Agenzia sono dirette in particolare a:
. sostenere grandi programmi di investimento nel settore industriale e dei servizi (contratti di sviluppo);
. finanziare i giovani che vogliono avviare o consolidare un’impresa (d.lgs. 185/2000 – Titolo I – Autoimprenditorialità);
. supportare chi è in cerca di occupazione e vuole mettersi in proprio (d. lgs. 185/2000 – Titolo II – Autoimpiego);
. agevolare la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti (Brevetti+)
. recuperare e rilanciare aree industriali colpite da crisi, dismesse o inquinate (legge 181/89)
. intervenire per il salvataggio o la ristrutturazione delle medie e grandi imprese in difficoltà (fondo per le imprese in difficoltà)
Vediamo un po’ più nel dettaglio questi strumenti:
Contratto di sviluppo
È il principale strumento per sostenere gli investitori italiani ed esteri che vogliono realizzare nel nostro Paese progetti imprenditoriali di grande impatto per lo sviluppo del territorio. Il Contratto di Sviluppo unisce i vantaggi offerti dal Contratto di Programma e dal Contratto di Localizzazione e permette di ridurre i tempi necessari per ottenere le agevolazioni.
Con il Contratto di Sviluppo, Invitalia opera per semplificare i rapporti tra istituzioni e imprese, in particolare introducendo maggiore rapidità ed efficienza e ponendosi come punto di incontro tra la domanda privata di investimenti e l’offerta pubblica di incentivi.
Autoimprenditorialità
Invitalia sostiene programmi di investimento finalizzati ad avviare nuove imprese o ad ampliare imprese esistenti. Le agevolazioni sono rivolte alle società costituite in maggioranza da giovani tra i 18 e i 35 anni, con l’obiettivo di creare una nuova generazione di imprenditori. Gli incentivi (sotto forma di contributo a fondo perduto e mutuo agevolato) supportano gli investimenti, la gestione aziendale e la formazione.
Autoimpiego
Invitalia promuove la nascita di iniziative di lavoro autonomo, microimprese e attività in franchising nei settori della produzione di beni, della fornitura di servizi e del commercio. Gli incentivi finanziari e i servizi di accompagnamento allo start-up sono riservati a chi non è occupato e vuole inserirsi nel mondo del lavoro realizzando la propria idea imprenditoriale.
Brevetti
Invitalia, per conto del MISE, sostiene lo sviluppo della strategia nazionale in tema di proprietà industriale e brevettuale, attraverso agevolazioni finanziarie per incrementare il numero delle domande di brevetto, tutelare la proprietà industriale, favorire la valorizzazione economica dei brevetti delle micro, piccole e medie imprese, favorendo lo sviluppo di una strategia della loro capacità competitiva.
Rilancio aree industriali
Nelle aree colpite da crisi settoriale, Invitalia interviene con le agevolazioni della legge 181/89 per promuovere iniziative imprenditoriali, rivitalizzare il sistema produttivo locale e creare nuova occupazione. Le agevolazioni sono destinate a piccole, medie e grandi imprese, economicamente e finanziariamente sane, che operano nel settore industriale e in quello dei servizi.
Invitalia acquisisce partecipazioni temporanee e di minoranza nel capitale sociale e sostiene le aziende con contributi a fondo perduto e mutui agevolati.
Fondo per le imprese in difficoltà
Invitalia interviene per il salvataggio o la ristrutturazione di medie e grandi imprese in difficoltà. Il sostegno del Fondo è concesso esclusivamente sotto forma di garanzia statale sui finanziamenti bancari contratti dall’impresa. Il salvataggio è finalizzato a mantenere in attività un’azienda per il tempo necessario (massimo 6 mesi) a elaborare un piano di ristrutturazione o di liquidazione.
La ristrutturazione si realizza sulla base di un piano industriale e finanziario elaborato per ripristinare entro 36 mesi la redditività a lungo termine dell’impresa.

Allegato 1- nota sul gruppo -INVITALIA

About Redazione

Controlla anche

Il mancato sviluppo e la disoccupazione nel “SUD” non potrebbero dipendere soprattutto dalla classe dirigente locale? Proverbio: “Aiutati che Dio t’aiuta!”

Allegato 1 – il Sud maggio 2011-pag 2-3;Allegato 2 – il Sud_Luglio_2011-pag. 2-3;Allegato 3_ goletta_0707_5vele …