Home / libri / Una vera riflessione sul Medioevo, non guasterebbe!

Una vera riflessione sul Medioevo, non guasterebbe!

Conosciamo davvero il Medioevo?

Epoca buia

o prima rivoluzione economica?

di Mariano Ciarletta*

Sempre più spesso, oggi, le definizioni sul Medioevo sono contrastanti tra loro, gli studiosi, più accaniti che mai, aiutati da archeologi ed archivisti, cercano di far luce su una delle epoche più complesse della storia antica che ben poco ha di realmente oscuro se la si analizza con attenzione. Vi sono invece numerose tonalità nascoste che sfuggono anche agli studiosi più intraprendenti e agli analitici più fiscali ragion per cui , sempre più spesso, la domanda è la seguente : “ Il Medioevo è da classificare realmente come secolo buio?! “
La prima definizione di età Medievale , ci viene data da Giovanni Andrea Bussi, il quale definisce la prima parte di questo periodo come “ Media tempestas” è probabile che il Bussi si riferisse né all’ Alto né al Basso Medioevo , ma precisamente al periodo tardo antico, quindi , una prima epoca del Medioevo effettivamente problematica, caratterizzata dagli spostamenti delle varie popolazioni conosciute come “ barbare” e da problemi di amministrazione interna.
Stando a questi scenari chiunque potrebbe arrogarsi il diritto di definire il Medioevo come “ secolo buio” e di “ imbarbarimento” ma se riusciamo ad andare oltre le apparenze, possiamo renderci conto come non sia affatto scontato né semplice dare responsi e definizioni.(Segue: Allegato_1_Conosciamo davvero il Medioevo).

Allegato_1_Conosciamo davvero il Medioevo

About Redazione

Controlla anche

Castellabate: giovedi 16 si parla del libro