Home / Salute e Sanità / La sanità che diventa solo un business è anche disumana e selvaggia

La sanità che diventa solo un business è anche disumana e selvaggia

“Giornata di studio” sul tema proposto dal libro di

Gerardantonio Coppola

Sanità senz’anima

Venerdì 14 marzo 2014 alle ore 15.30,

presso l’Ordine dei medici di Salerno –

Sala conferenze, Via SS. Martiri Salernitani,31

Giornata organizzata con il contributo della

dottoressa Franca Grosso

(sociologa e Dirigente Responsabile S.S. “Qualità Assistenziale, Formazione, Relazione con l’Utenza per la Promozione della salute” ambito Distretto 66, Salerno, e P.O. da Procida, ex A.S.L. Salerno 2).

In effetti – evidenza la dottoressa Franca Grosso – si tratta di confrontarsi e discutere con chiarezza di cosa è stato, in questi anni, il mondo sanitario e di individuare le giuste soluzioni per restituire dignità e valore alle persone in una sanità che sta morendo di economia, ma anche di disorganizzazione e di malaffare.

Così come viene sottolineato testualmente nella brochure:

A 35 anni dall’avvio del Servizio Sanitario Nazionale cosa ne è della Sanità? Cosa ne è di quel Servizio che l’OMS fino al 2000 classificava al secondo posto nel mondo? Quali sono le sue patologie? Sono queste le domande che il convegno, a partire dal libro di Gerardantonio Coppola, vuole analizzare”.

Come è stato detto, in più occasioni, il libro Gerardantonio Coppola – Sanità senz’anima – è utile non solo perché consente di conoscere ed avere coscienza dei difetti del sistema sanitario italiano, ma di mettere in luce fatti e misfatti che per gli addetti ai lavori e non può essere considerato un testo universitario per gli studenti di Medicina o di Economia ed anche del Management sanitari che, spesso, incappano in palesi contraddizioni….

Il libro di Coppola, inoltre, mette a fuoco una realtà conosciuta e vissuta dall’autore ed in esso vengono trattati argomenti, come la comunicazione ed il potere, il “capitale umano” e quello finanziario le eccellenze ed il “degrado” professionale ed umano per le varie negligenze che, talvolta, costa la vita al malato-utente.

Donatella de Roberto

Sociologa e Dirigente Comunicazione/Urp

Distretto Sanitario Capaccio Roccadaspide

Allegato 1 _bozza flyer_sanit_senzanima (1)

Allegato 2 _ Rassegna stampa_sanità senz’anima

Allegato 3 _ Dott.ssa Franca Grosso

About Redazione

Controlla anche

Le idee ed i suggerimenti del prof. Funicelli sull’organizzazione sanitaria e la salute, guardando all’alimentazione

Qui di seguito il prof. Giuseppe Funicelli* analizza lo stato della SANITA’ in Italia, con …