Home / News / Da Salerno parteno nuove prospettive per le patologie otorino-laringoiatra

Da Salerno parteno nuove prospettive per le patologie otorino-laringoiatra

L’incontro di Salerno dei medici otorino, apre una nuova prospettiva

per i pazienti effetti da malattie dell’apparato otorino-laringoiatra.

Nel mese di novembre, presso il Grand Hotel, si è tenuto il 4° Congresso del gruppo campano ORL, sul tema:

<< Approfondimenti lineari e multidisciplinari nelle patologie ORL (allegato-2_-salerno_-congresso-otorini-italiani) >>.

Il risultato è stato estremamente positivo, non solo per l’alta partecipazione, ma soprattutto per il grande valore scientifico dell’iniziativa.

Come giornale ( su pressante richiesta di alcuni nostro lettori), ci siamo già occupati delle malattie dell’apparato otorino-laringoiatra,  in particolare della labirintite – una malattia troppo spesso sottovalutata – attraverso il contributo del dott. Alfonso Scarpa (vedi http://www.giornaleilsud.com/2016/05/28/la-labirintite-una-malattia-maledettamente-seria/ ).

Per questo motivo, abbiamo seguito il Congresso degli OTORINO di Salerno, facendo  riferimento, in particolare, al dott. Alfonso Scarpa, protagonista nell’occasione, con una corposa relazione su “Head Impulsive Test (HIT)” (allegato-1_scarpa_relazione-vhit-salerno).

Tali iniziative, dai contenuti molto ricchi di riferimenti alle malattie dell’orecchio e dintorni, possono dare una mano ai tanti cittadini che, giorno dopo  giorno. vengono afflitti da patologie inerenti a questo ambito sanitario.

Questa tre giorni di studi e confronti (allegato-2_-salerno_-congresso-otorini-italiani), tra le  esperienze quotidiane di specialisti  di fama internazionale, è stata sicuramente un positivo momento per dare il via a nuove soluzioni, per la prevenzione delle patologie legate all’ orecchio, tra cui le sindromi vertiginose, le otiti croniche, che sono in costante aumento.

L’organizzazione di momenti come questo rafforzano la prevenzione che, per un medico, rappresenta uno sforzo importante, soprattutto per l’impegno dei professionisti che tutti i giorni con amore ed abnegazione si dedicano ai loro pazienti.

L’auspicio è che, grazie alle giornate di approfondimento, molti clinici abbiano acquisito nuove tecniche che li coadiuvano a superare tanti problemi che riguardano l’apparato otorino-laringoiatra, nella sua articolata, complessa struttura.

Le persone interessate da problematiche di questa tipologia sicuramente, se ben curate, possono superare anche i problemi irrisolti negli anni.

Questo si può verificare, se si  individua concretamente una strategia medica e terapeutica per una soluzione ottimale alla propria causa.

allegato-1_scarpa_relazione-vhit-salerno

allegato-2_-salerno_-congresso-otorini-italiani

 

About Redazione

Check Also

La chiesa di Gromola: un tonfo regressivo?

Una riflessione dell’architetto Alfonso Di Masi, sullo stato attuale della chiesa “Santa maria Goretti” di …