Home / News / La grandiosità di Napoli “sbarca” ad Acerno, attraverso lo storico e scrittore, Amedeo Colella, con i suoi aneddoti sulla Capitale del Mediterraneo

La grandiosità di Napoli “sbarca” ad Acerno, attraverso lo storico e scrittore, Amedeo Colella, con i suoi aneddoti sulla Capitale del Mediterraneo

Il ristorante “La Pergola”, con il patrocinio del Comune di Acerno, ha organizzato

  • la

15^ edizione della ’’Serata napoletana”

  • che si terrà

Sabato 13 agosto 2022, ore 20.30

Convento di Sant’Antonio di Acerno.

Ormai da anni, il Ristorante “La Pergola” è presente nelle iniziative sociali e contribuisce alla crescita culturale di Acerno. Quest’anno, il tema scelto sono le “magnificenze” della città di Napoli: teatro, musica, ma soprattutto la lingua napoletana  o, come si dice, “il  Napoletano” parlato in tutto il Mondo. L’UNESCO ha considerato il dialetto napoletano una lingua vera e propria, tant’è che è stata riconosciuta dallo stesso come tale.

prof. Amedeo Colella

La manifestazione, ogni anno, è sempre diversa e si arricchisce sempre di più di eventi inediti. Quest’anno è prevista la straordinaria partecipazione di uno dei grandi linguisti contemporanei: lo storico ed umorista napoletano,  Amedeo Colella ( https://www.youtube.com/watch?v=up2DQYGO8ak&t=7s ).

Acerno è un Comune dei Picentini molto frequentato da turisti che amano la campagna, apprezzano la montagna e i suoi  percorsi, tra questi il Sentiero delle Acque.

Si tratta di un itinerario che si sviluppa all’interno dei Monti Picentini, partendo dal centro abitato, risale nelle varie fasce della vegetazione della montagna  e si arriva alle sorgenti, dove sgorga acqua fresca, pura ed incontaminata.

Dopo il piacevole percorso, si raggiunge il fiume Tusciano,  un po’ stanchi ed affamati ed anche in questo caso, nessun problema: il ristoro ed il piacere della tavola è assicurato, se si sceglie di fermarsi al Ristorante “La Pergola”.

Dopo aver respirato a pieni polmoni e consumato tante calorie, un buon ristorante non guasta, visto che si mangia bene, abbondante e si paga il prezzo giusto (cioè: poco). Chi segue il percorso del Sentiero delle Acque o parte dalla città, per un pò di fresco e di relax, chiaramente, vuole anche mangiare cibi genuini e cucinati bene, secondo le tradizioni locali e quelle della cucina napoletana. Tutto questo è garantito dalle maestranze del   “Ristorante La Pergola di Acerno”.

A tal proposito, Laura Landi scrive:

<< Graziosissimo locale in una viuzza caratteristica del paese. I proprietari lo hanno allestito con pezzi di antiquariato raccolti per l’Italia. L’intento ben riuscito è di renderlo accogliente e stupefacente. Ma se l’occhio vuole la sua parte non si può trascurare la cucina. Le pietanze sono tipiche (es.: patate acernesi) pasta “fatta in casa” condita con sughi di tradizione e sapori della montagna ed arrosti di carne mista. Buonissimi gli involtini di melanzane con tagliolini. Insomma, soprattutto per chi non ama la confusione… la Pergola è la soluzione per una bella serata con amici>>.

 Antonio Sessa evidenzia:

<< Ottimo ristorante, davvero una piacevolissima sorpresa. Il titolare ci ha accolti con gentilezza e disponibilità, accontentando le richieste più esigenti. Cucina molto buona e curata sia bella qualità degli alimenti che dell’ impiattamento. Ottimi i primi, antipasti e le carni. Locale curato ed accogliente, dove ci si sente a casa e ben voluti. Ci ritorneremo sicuramente>>.

Anche Mimmo Benivento ha sottolineato: << Ci sono stato qualche anno fa in occasione della festa della montagna e ricordo di aver mangiato benissimo e una cucina territoriale rielaborata e con più inventiva rispetto a quella tradizionale delle altre locande del posto. Appena ci torno posterò una descrizione più dettagliata e attuale con foto dei piatti>>.

 

Nel riquadro il dott. Fumai

Dietro a tutto questo c’è un gruppo straordinario, con un buongustaio come il dott. Nicola Fumai, che si affida alla maestria di sua moglie Maria Rosa che, in realtà, è l’anima del ristorante.

La signora Maria Rosa conquista tutti col suo saper fare, con  la sua dolcezza, il  fascino e la sapienza culinaria. E’ in perfetta sintonia con il gruppo di collaboratori, ma soprattutto con la Chef Ada ed i  collaboratori della cucina. Ed ecco perché qualsiasi palato che ami la buona cucina, si sente a suo agio e gusta con piacere le prelibatezze di Ada: uno Chef che ama davvero il suo lavoro. Quindi, dopo un “percorso salute” di qualche chilometro, una bella mangiata non guasta, per sentirsi appagato della bella giornata trascorsa nei monti Picentini e conclusasi magnificamente al Ristorante La Pergola e, perché no, con una grande “abbuffata” di prodotti genuini da ricordare e raccontare agli amici.

Nicola Nigro

About Redazione

Controlla anche

All’avv. Lorenzo Mazzeo ed al prof. Cesare Gridelli, il Consiglio comunale di Taurasi ha conferimento la cittadinanza onoraria

La cerimonia di meriti insigni sarà consegnato il 04 agosto 2022, alle ore 18.00 nella …