Home / News / Tra passato e futuro, il prof. Antonio Franco, per le nuove generazioni e non solo, scrive un vocabolario del dialetto capaccese

Tra passato e futuro, il prof. Antonio Franco, per le nuove generazioni e non solo, scrive un vocabolario del dialetto capaccese

Ultimo lavoro letterario

Del prof. Antonio Franco

“ Vocabbulariu ru Vernaculu Capaccese”

( Vocabolario Vernacolo Capaccese)

L’ultimo lavoro del prof. Antonio Franco, con la collaborazione della nipote Gaeta Eny, “edizioni Magnagraecia” dal titolo  “ Vocabbulariu ru Vernaculu Capaccese” ( Vocabolario Vernacolo Capaccese), fa una ricerca accurata del significato italiano delle parole del dialetto di Capaccio Paestum.

Per meglio capirne il significato, del lavoro fatto, e le intenzioni dell’autore, qui di seguito riportiamo la sua prefazione. (Allegato 1_Presentazione_ Vocabolario Vernacolo Capaccese)

Parlare positivamente del prof. Antonio Franco non costa tanto, perché è una persona semplice e solare che con il suo entusiasmo ti travolge. Parla velocemente, ma si fa capire molto bene, perché ha l’abitudine di scandire le parole per questo la sua idea di dar vita ad un Vocabolario Vernacolo Capaccese è stata una buona scelte e per questo i posteri gliene saranno grati.

Il prof. Franco nell’ultima chiacchierati mi diceva:

 “Quello che provo quando scrivo è una forte emozione, ma non va esclusa una continua tensione che mi fa state inchiodato al computer.

Comunque, le maggiori soddisfazionisottolinea Franco –  le ho quando rileggo il mio lavoro. È proprio in quell’occasione che ho la sensazione di aver realizzato qualcosa d’interessante, utile, o anche profondo, e in alcuni casi impegnativo. Ovviamente, il valore del proprio lavoro letterario uno non lo potrà mai acchiappare nel rileggere, perché difficilmente nota le carenze ed i punti di forza. La passione per i libricontinua il prof. Francoio lo ho avuta sempre, come pure l’amore per le relazioni con gli altri. Penso che ciò era legato ed è legata alle idee per la libertà, per il pensiero e per i sentimenti, in sintesi, per la vita: il libro è il passato, il presente ed il futuro.

Per quanto mi riguarda – conclude il prof. Franco per rispondere ad una sua domanda va detto che il sottoscritto ha vestito sia i panni di educatore che di scrittore. Nel primo caso nelle vesti di educatore  ho cercato di saper raccontare le cose e le storie, anche scientifiche, della mia materia di insegnamento, mettendo in evidenza le varie peculiarità, in modo da appassionare ed affascinare i ragazzi esaltando soprattutto le caratteristiche positive, ovviamente facendo ricorso alla mia abilità oratoria, per la verità non mi manca, in modo da rendere la materia interessante per i ragazzi che venivano affidate. Mentre nelle vesti di scrittore mi sono posto il problema di come appassionare i lettori, ma soprattutto di come invogliandoli a leggere pagina dopo pagine senza mai smettere, coinvolgendoli nelle cose scritte, ho anche pensato di rendere partecipe a chi legge, facendo si che si immedesimasse nella storia”.

Va anche detto che la scrittura del prof. Antonio Franco è forte, incalzante, di denuncia, non si deve però fare lo sbaglio di interpretarla in modo monolitico e di schiacciarla unicamente su questa dimensione. Il suo pensiero e dunque il suo linguaggio sono intrisi anche di una profonda ironia.

Come pure la scrittura del prof. Franco non è mai fine a se stessa, bensì profondamente radicata nel suo vissuto concreto e nella quotidianità del suo stare con la gente e nella gente.    

A tal proposito va ricordato, quanto ha detto don Donato Orlando, parroco di Capaccio Scalo, in occasione della presentazione de  “Il letto volante” (Allegato 2 _ anteprima_il_letto_volante), alla trasmissione Tv: “pagine del Cilento”, vedi video:

https://www.youtube.com/watch?v=Xo2m__lZ2mk

Capaccio – Il libro del prof. Antonio Franco “Il letto volante”

Paginedelcilento/

Pubblicato il 03 mar 2015

Servizio: Guido Carione Alfonso Verruccio

Il letto volante. Questo libro fa un excursus sulla storia delle religioni mondiali: nella prima parte, attraverso un viaggio immaginario, l’autore incontra i fondatori delle varie religioni monoteistiche; nella seconda si ricerca la nascita delle religioni che si ebbe, presumibilmente, con la nascita dell’uomo; la parte terza affronta il tema della diffusione della parola di Dio; la quarta ricomincia il viaggio verso la quinta ed ultima parte dove fa un breve elenco dei personaggi storici, di santi e profeti di cui ha narrato in precedenza e per ognuno scrive una breve biografia. Attraverso un narrare agevole e dinamico, l’autore elogia i valori semplici della vita e lo fa attraverso la sua fede incrollabile per Dio. Un viaggio che ha un tema universale e che tiene il lettore sospeso tra realtà e fantasia fino alla fine per poi giungere ad una mistica rivelazione.

Sempre riferito al libro “Il letto volante” di Antonio Franco, ricordiamo il sito:

http://www.booksprintedizioni.it/autore/antonio-franco

In merito si legge:

<<Antonio Franco vive a Capaccio fin dall’infanzia. Autore di molti articoli a carattere scientifico, pubblicati da diversi quotidiani, sia a tiratura nazionale che locale. è stato sin dai primi anni settanta passato secolo, fautore di studi sul riciclaggio delle spazzature, che a suo parere era ed è una grande fonte di ricchezza. Un suo articolo è fonte di studio per gli Istituti Tecnici Superiori e pubblicato dall’editrice “LOESCHER” prove strutturate in lingua inglese. (Waste Recycling). Insignito di medaglia d’oro dal mensile di lettere ed arti “Verso il 2000”. Medaglia d’argento e d’oro conferiti dal collegio provinciale periti agrari>>.

Allegato 1_Presentazione_ Vocabolario Vernacolo Capaccese

Allegato 2 _ anteprima_il_letto_volante

About Redazione

Check Also

Memorial “Franco Orio”: Salerno, capitale dell’endocrinologia

Assegnate le borse di studio a studenti meritevoli e premiato anche il miglior endocrinologo under …